Al giorno d’oggi, con la crescita esponenziale di Internet ed in particolare con il boom dei Social Media, siamo costantemente bombardati da Informazioni.

Basta un cellulare ed una connessione ad internet per accedere a questa rete mondiale di Notizie, Pensieri, Scoperte e Discussioni. Grazie a questa rete possiamo raggiungere qualsiasi tipo di informazione con pochi click e direttamente dal divano di casa nostra.

Fin qui è facile convenire come un collegamento tale possa essere un fattore davvero Positivo, ma… 

 

Cosa succede quando le Informazioni che riceviamo sono false o ingannevoli?

Fake News Informazioni Scientifiche

Fake News Scientifiche

 

Negli ultimi anni il numero di Fake News riguardante informazioni scientifiche è più che triplicato, causando quindi un altissimo livello di Disinformazione Generale.

Lo scopo delle persone che pubblicano questo tipo di notizie è infatti quello di far leva sulle Paure e sull’Emotività dell’opinione Pubblica, al fine di ricevere visibilità e promuovere i propri interessi o prodotti in modo scorretto e Non Veritiero.

 

 

Cosa Possiamo fare per combattere questo fenomeno?

Nel mezzo di queste sempre più frequenti “cattive” Informazioni, Noi di MedStan abbiamo sentito il bisogno di creare un Canale Informativo Ufficiale che sia Attendibile e Trasparente, in grado di garantire veridicità e credibilità ai nostri lettori. 

Questo Canale rappresenterà un valido punto di incontro tra lettori e personale scientifico specializzato, andando ad analizzare e divulgare Informazioni Scientifiche qualitativamente attendibili.

È da questa nostra visione che nasce la nuovissima rubrica: “MedStan per l’Informazione”!

La Rubrica

La rubrica consiste in un “Incontro Settimanale con l’Informazione”, mirato a sensibilizzare i lettori a temi sempre più importanti, troppo spesso però messi da parte o non adeguatamente trattati, come ad esempio:

 

 

 

E Tu che valore dai alla Tua Salute?

 

Per tua fortuna per iniziare a prenderti cura di te stesso ti occorreranno solo 5 minuti a settimana, il tempo necessario per leggere un articolo.

 

Seguici su Facebook e su LinkedIn per non perdere neanche un appuntamento della nostra Rubrica!